50 anni di Rosemary’s Baby, 20 curiosità sull’horror maledetto per eccellenza

È l’horror più horror di sempre, perché ti paralizza senza scene gore ma per la sua veridicità sull’esistenza di società segrete elitarie. È «maledetto» perché è legato all’omicidio più brutale della storia di Hollywood (quello di Sharon Tate, un anno dopo, moglie del regista Polanski, per mano della family di Charles Manson). È «d’eccellenza», poiché ha avviato il filone “satanico” al cinema coi successivi L’esorcista e Omen. Oggi, a mezzo secolo dal debutto in sala (12 giugno 1968) del capolavoro di Roman Polanski, il regista e la sua star Mia Farrow sono su parti opposte del dibattito intellettuale di #MeToo. Celebriamo i 50 anni di Rosemary’s Baby con i retroscena del cult dal romanzo di Ira Levin prodotto dal re dei classici del brivido, William Castle.

 

 

Annunci

Un pensiero su “50 anni di Rosemary’s Baby, 20 curiosità sull’horror maledetto per eccellenza

  1. Pingback: La nuova Sabrina, vita da strega? È molto «Buffy» e poco «Sabrina» | Scarlet Boulevard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...