50 anni di Rosemary’s Baby, 20 curiosità sull’horror maledetto per eccellenza

È l’horror più horror di sempre, perché ti paralizza senza scene gore ma per la sua veridicità sull’esistenza di società segrete elitarie. È «maledetto» perché è legato all’omicidio più brutale della storia di Hollywood (quello di Sharon Tate, un anno dopo, moglie del regista Polanski, per mano della family di Charles Manson). È «d’eccellenza», poiché ha avviato il filone “satanico” al cinema coi successivi L’esorcista e Omen. Oggi, a mezzo secolo dal debutto in sala (12 giugno 1968) del capolavoro di Roman Polanski, il regista e la sua star Mia Farrow sono su parti opposte del dibattito intellettuale di #MeToo. Celebriamo i 50 anni di Rosemary’s Baby con i retroscena del cult dal romanzo di Ira Levin prodotto dal re dei classici del brivido, William Castle.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...