50 anni di Rosemary’s Baby, 20 curiosità sull’horror maledetto per eccellenza

È l’horror più horror di sempre, perché ti paralizza senza scene gore ma per la sua veridicità sull’esistenza di società segrete elitarie. È «maledetto» perché è legato all’omicidio più brutale della storia di Hollywood (quello di Sharon Tate, un anno dopo, moglie del regista Polanski, per mano della family di Charles Manson). È «d’eccellenza», poiché ha segnato l’inizio del filone “satanico” al cinema coi successivi L’esorcista e Omen.

Fascination: Le Muse di Roman Polański

Questa sera l’intrigante consorte Emmanuelle Seigner sarà la sua Venere in Pelliccia nell’ultima fatica del cineasta di origini polacche (in onda alle 21.00 su Sky Cinema Cult). Dall’iconico nightgown di una raccapricciata Mia Farrow in Rosemary’s Baby all’abito draculesco dell’adorata Sharon Tate in Per favore, non mordermi sul collo! Celebriamo il genio di Polański con…

Quando i Grandi Horror si fanno “Piccoli”

Da quello che accadeva dentro al Bates Motel prima che Norman si trasformasse in Psycho per Hitchcock alle ricette di antropofago-gourmand di Hannibal sperimentate nel prequel de Il Silenzio degli Innocenti, da Rosemary’s Baby Zoe Saldana che sfoggia il celebre taglio alla Mia Farrow per concepire il figlio del demonio fino al Male che si…