Quarto Potere, 30 curiosità sul miglior film americano di sempre (aspettando Mank)

Debutterà il 4 dicembre su Netflix, Mank. Il nuovo film di David Fincher con Gary Oldman nei panni di Herman J. Mankiewicz, lo sceneggiatore di Quarto Potere. Il capolavoro di Orson Welles che usciva (quasi) 80 anni fa, il 1º maggio 1941. Mank racconta la genesi di Citizen Kane (titolo originale di Quarto Potere) culminando nella lotta sulla paternità del film dopo che vinse l’Oscar alla migliore sceneggiatura originale. Questo biopic solleva una questione che dagli anni d’oro di Hollywood ad oggi ancora non ha avuto una risposta chiara e definitiva: chi ha scritto davvero la sceneggiatura di Quarto Potere?

Torna così la leggenda di Charles Foster Kane (interpretato dallo stesso Welles al suo esordio alla regia): magnate dell’editoria condannato alla solitudine tra le mura del suo imponente palazzo (Xanadu, nella versione italiana Candalù), perché incapace di amare. Celebrando il film più amato ed imitato di sempre, vi sveliamo i misteri della “Rosabella” tanto cara al genio della settima arte: dal gigante della stampa William Randolph Hearst che giurò vendetta a Welles alle mani del regista che grondavano sangue, dai negativi originali arsi tra le fiamme allo slittino “Rosebud” acquistato da Spielberg per 55.000 dollari…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...