Leonardo, 10 curiosità sulla miniserie kolossal in onda su Rai 1

Mezzo secolo dopo la miniserie di Renato Castellani con Philippe Leroy, premiata ai Golden Globe, il genio di Da Vinci torna in una fiction Rai, attesa sulla rete ammiraglia da martedì 23 marzo.

Creata da Franck Spotnitz (X-Files, The Man in the High Castle) Leonardo è il kolossal in quattro episodi dedicato al genio rinascimentale dopo il successo de I Medici. Ha incarnare Da Vinci, il 37enne irlandese Aidan Turner, già, volto famoso per la serie tv Poldark. Allievo di Giancarlo «Verrocchio» Giannini suo mentore, amante platonico di Matilda De Angelis, nei panni di Caterina da Cremona, sua musa e «nemico» di Freddie Highmore. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla serie-evento.

In preparazione della serie tv, sono stati consultati molti studiosi ed è stato letto e visionato tutto ciò che Leonardo ha lasciato.

La serie intreccia elementi storici a quelli di finzione. L’amore platonico tra Da Vinci e la musa Caterina da Cremona è frutto di fantasia. Freddie Highmore interpreta Stefano Giraldi, un personaggio inventato.

Ogni episodio della serie si concentra su una delle opere principali di Leonardo. Alcune sono iconiche, come La Gioconda, altre invece sono meno note al grande pubblico.

Leonardo è una «serie coi numeri». Per realizzare la serie ci sono voluti 3 anni di lavoro. Le riprese si sono svolte principalmente nel Lazio in oltre 50 location differenti, tra interni ed esterni. E le città di Firenze e Milano sono ricostruite nei pressi degli studi Lux Vide di Formello in provincia di Roma. La serie ha coinvolto circa 500 addetti. Oltre 1900 le ore di lavorazione, 3000 le comparse e 2500 i costumi. Attualmente è stata acquistata da 100 paesi, ma punta ad arrivare a 120.

Tra i numeri più significativi della serie 3000 comparse, oltre 2500 costumi e 1900 ore di lavorazione.

Matilda De Angelis è doppiata da Myriam Catania. Questo è accaduto perché durante la fase di doppiaggio la De Angelis si trovava a Venezia su un altro set e non poteva spostarsi per le imposizioni della pandemia.

Leonardo da Vinci nacque da una relazione illegittima tra il notaio ventiquattrenne Piero da Vinci e Caterina, una giovane donna di modestissima estrazione sociale.

Leonardo si definiva un «omo sanza lettere» Ossia, un uomo senza cultura non avendo studiato né il latino né il greco.

Leonardo era mancino e scriveva all’incontrario usando una scrittura speculare, che andava da destra verso sinistra. Spesso, iniziava a scrivere dall’ultimo foglio per arrivare fino al primo.

Fu Da Vinci a portare la Gioconda al Louvre e non Napoleone come da credenza popolare. Leonardo condusse la Monna Lisa in Francia, dopo che Re Francesco I pagò 4 mila scudi d’oro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...