9 cose che (forse) non sapevi su Woodstock

Dal 15 al 18 agosto 1969, un milione di hippies si riunirono all’insegna di «tre giorni di pace e musica rock» per il concerto più famoso della storia, il Festival di Woodstock. Sul palco Santana, The Who, Joe Cocker, Jimi Hendrix, solo per citarne alcuni.  Festeggiamo il 50esimo anniversario da Woodstock 69 con nove curiosità.

1

Il festival di Woodstock non si tenne a Woodstock ma a Bethel, una piccola città rurale nello stato di New York. Gli organizzatori sono stati ispirati da Bob Dylan che era in trattative, ma si tirò indietro a causa della confusione che si stava creando intorno a casa sua, che si trovava proprio nella cittadina di Woodstock.

2

Gli organizzatori erano tutti sulla ventina. I promotori del festival furono Michael Lang, John P. Roberts, Joel Rosenman e Artie Kornfeld. Joel e Artie erano i più grandi a soli 27 anni.

3

Non esisteva merchandise ufficiale di Woodstock al festival di Woodstock.

4

Gli organizzatori del festival contattarono John Lennon per chiedere la partecipazione dei Beatles (che erano virtualmente separati, ma avrebbero ancora eseguito le ultime incisioni, sciogliendosi ufficialmente nel 1970). Lennon rispose che avrebbero suonato solo se fosse stata invitata pure la Plastic Ono Band, il gruppo di Yōko Ono. Gli organizzatori lasciarono perdere, visto che la Plastic Ono Band non era conosciuta né considerata all’altezza degli altri gruppi.

5

Furono venduti 186.000 biglietti ma il festival fu affollato da più di 500.000 figli dei fiori e gli organizzatori annunciarono che l’evento sarebbe stato aperto a tutti, gratuitamente.

6

Durante i tre giorni di Woodstock, non sono stati segnalati episodi di violenza. Forse l’unico incidente è avvenuto sul palco, mentre l’attivista Abbie Hoffman interruppe la prestazione degli Who per fare un discorso di protesta contro l’imprigionamento di John Sinclair del Partito delle Pantere Bianche (White Panther Party). Il chitarrista Pete Townshend non prese bene l’interruzione e lo colpì con la sua chitarra cacciandolo dal palco.

7

Quando Jimi Hendrix chiuse l’evento, alle nove del mattino di lunedì 17 agosto, la folla era diminuita di circa 25.000 spettatori. La sua performance di “The Star-Spangled Banner”, per fortuna immortalata al cinema nel documentario premio Oscar, rimane uno dei momenti più epici della storia del festival.

8

Secondo una fanta-teoria, Woodstock fu un esperimento della Cia per eliminare la generazione hippies.

9

Ciò che resta 50 anni dopo del concerto che cambiò la storia della musica è un cartello posto all’inizio della spianata della cittadina di Bethel, dove si tenne l’evento rock più famoso della storia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...