BlacKkKlansman, 6 curiosità sul film di Spike Lee candidato a 6 Oscar

Era il 2016 quando il regista nero più famoso del mondo si fece portavoce del movimento #OscarsSoWhite per il boicottaggio degli Academy Awards, colpevoli in quell’edizione di aver escluso dalla rosa dei nominati attori e registi di colore. Oggi, Spike Lee ha avuto la sua gloriosa rivincita grazie alle 6 nomination agli Oscar 2019 ottenute per BlacKkKlansman. Il buddy in stile blaxploitation che racconta la storia, fottutamente, vera di un poliziotto afroamericano (John David Washington) infiltrato nel Ku Klux Klan negli anni Settanta, con la complicità del socio ebreo (il candidato all’Oscar, Adam Driver). Il cineasta di Brooklyn, celebre per capolavori come Jungle Fever e Malcolm X dovrà vedersela con Green Book, il road-movie antirazzista di Peter Farrelly e suo diretto competitor, poiché accolto come l’A spasso con Daisy degli Oscar 2019. Film che durante gli Academy 1990 gli fu preferito a Fa’ la cosa giusta. Prodotto dalla stessa squadra vincente di Scappa – Get Out, BlacKkKlansman è basato sulle memorie dall’ex poliziotto Ron Stallworth. La pellicola vuole essere un’aspra critica al problema razziale radicato nell’America. A cominciare dal classicissimo di Nascita di una nazione (1915) di D.W. Griffith, caposaldo del linguaggio cinematografico ma considerato da Spike Lee un’opera dai toni celebrativi del KKK. Sfoglia la gallery con le curiosità su BlacKkKlansman.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...