Succession, 5 buone ragioni per vedere la nuova «Game of Thrones»

È la serie più acclamata dai tempi de Il Trono di Spade e, dopo il trionfo ai Golden Globe 2022, impugna lo scettro di regina della Hbo. In sole 3 stagioni, Succession ha collezionato ben 61 premi tra cui 9 Emmy e 5 Golden Globe. Ideata da Jesse Armstrong e prodotta da Adam McKay, la migliore serie degli ultimi anni è disponibile in Italia su Sky e Now. Succession segue l’epopea della ricca e potente famiglia Roy tra sesso, denaro e Re Lear.

5 buone ragioni per vedere Succession:

La sceneggiatura, politicamente, scorretta che vi farà odiare i Roy al punto tale da non poter fare a meno di loro.

Kendall Roy. Interpretato da Jeremy Strong, è il vero protagonista della storia. Un antieroe a tutti gli effetti: viziato, bugiardo, vendicativo e non particolarmente attraente. Eppure, siamo tutti pazzi di lui.

Il cast di superbi attori. Non solo Strong. Dal veterano Brian Cox, che interpreta il magnate Logan Roy, alla tosta Sarah Snook, nel ruolo di Shiv, passando per il «bad boy» Kieran Culkin (fratello minore di Macaulay), qui nei panni di Roman.

La colonna sonora di Nicholas Britell. Vincitore dell’Emmy per la sigla che s’ispirata ai grandi compositori di musica classica come Bach, Mozart e Vivaldi.

Succession ha rimpiazzato Game of Thrones ma la serie può considerarsi un mix tra Gossip Girl e House of Cards.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...