The Shape of Water, 14 curiosità sulla favola più bella di Guillermo del Toro

Per il giorno più romantico dell’anno, Guillermo Del Toro ci invita ad immergerci in The Shape of Water, la fiaba liquida che affiora nelle sale italiane, proprio, a San Valentino. Vincitore del Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia (che ha, appena, nominato del Toro presidente di giuria dell’edizione 2018) e candidato a 12 premi BAFTA, il capolavoro del regista messicano con protagonista una strepitosa Sally Hawkins punta alla statuetta principale (quella per Miglior Film) con le sue 13 nomination agli Oscar (incluse quelle per Miglior Regista, Miglior Attrice Protagonista e Miglior Colonna Sonora ad Alexandre Desplat). La nostra storia è ambientata nella Baltimora della metà degli anni cinquanta in piena Guerra Fredda. Elisa, un’addetta alle pulizie affetta da mutismo, e la sua collega, che lavorano all’interno di un laboratorio governativo, finiranno per scoprire una creatura anfibia all’interno di una cisterna d’acqua. Eccovi, 10 curiosità sul film più magico dell’anno che racconta la storia della “principessa senza voce” innamorata di un mostro con le squame dal cuore gentile.

 

 

Annunci

2 pensieri su “The Shape of Water, 14 curiosità sulla favola più bella di Guillermo del Toro

  1. Ho trovato splendido il film, assolutamente romantico e visionario. In un articolo ho messo in relazione il mito delle anime gemelle raccontato da Platone e la storia di Elisa e della creatura. Se ti va, leggilo. Grazie 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...