60 anni ne Il pianeta proibito, i segreti dello sci-fi che ispirò Star Trek

Preparatevi a tornare, alla velocità della luce, all’anno 2257: il folle Professor Morbius e il suo automa celebrano 60 anni di mostruosi esperimenti ne Il Pianeta Proibito. Diretto da Fred McLeod Wilcox, il classico di fantascienza targato MGM ebbe un impatto determinante sul genere, esattamente come accadde per 2001: Odissea nello spazio dodici anni dopo: lo stesso HAL 9000 s’ispirò a Robby, il primo robot alla guida di una navicella spaziale. Liberamente tratto dalla commedia Shakespeariana La tempesta, l’opera fu un capolavoro d’innovazione non solo per la trama “adulta” (che debutta in uno sci-fi) ma per l’uso della musica elettronica nella colonna sonora, composta da Louis e Bebe Barron. Uscito nelle sale il 15 marzo 1956, Forbidden Planet segnò l’esordio sul grande schermo di Anne Francis e di un serissimo Leslie Nielsen (i due attori morirono a distanza di un mese l’uno dall’altra). A voi, tutte le curiosità sul film che influenzò la serie di Star Trek

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...