The Offer, la miniserie sulla realizzazione de Il Padrino: chi interpreta chi

«La storia del più grande film che non è quasi stato fatto.» Per celebrare degnamente il 50° anniversario della saga della famiglia Corleone, Paramount+ ha rilasciato The Offer, la miniserie sulla genesi de Il Padrino, il classico di Francis Ford Coppola che ha cambiato la storia del cinema.

Creata da Michael Tolkin (Escape From Dannemora), The Offer racconta in 10 episodi la travagliata realizzazione del celeberrimo adattamento dal bestseller di Mario Puzo. E lo fa dal punto di vista del produttore premio Oscar, Albert S. Ruddy, interpretato da Miles Teller. L’attore di Whiplash e Top Gun 2 è stato arruolato dopo il licenziamento di Armie Hammer.

Ruddy insieme al capo dei Paramount Studios, Robert Evans, riuscì a portare a termine il film nonostante le moltissime difficoltà, comprese le interferenze della stessa mafia. In Italia, per ora, la miniserie non ha una collocazione.

Il cast stellare:

Miles Teller è Albert S. Ruddy: il programmatore infelice di Rand Corporation incaricato dalla Paramount di produrre l’adattamento del romanzo più venduto di allora, Il Padrino.

Matthew Goode è Robert Evans: il capo dei Paramount Studios.

Juno Temple è Bettye McCart: segretaria di Ruddy e braccio destro.

Patrick Gallo è Mario Puzo: l’autore del libro Il Padrino.

Dan Fogler è Francis Ford Coppola: il regista de Il Padrino.

Burn Gorman è Charles Bluhdorn: capo di Gulf+Western, allora, proprietaria di Paramount.

Colin Hanks à Barry Lapidus: executive di Paramount Pictures. Il figlio di Tom Hanks interpreta un personaggio immaginario.

Giovanni Ribisi è Joe Colombo: il boss della mafia che convinse gli italoamericani di New York, che non vedevano di buon occhio il progetto, a non intralciare le riprese.

Justin Chambers è l’icona di Hollywood Marlon Brando: interprete del potente boss mafioso Don Vito Corleone.

Anthony Ippolito è l’attore Al Pacino: interprete di Michael Corleone.

Frank John Hughes è Frank Sinatra: la leggenda della musica a cui si ispira il cantante Johnny Fontaine, uno dei figliocci di Vito Corleone. Cosa che fece imbestialire The Voice. Sinatra fu d’ispirazione all’autore del romanzo per i suoi presunti legami con la mafia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...