Grand Hotel, gli interni art deco del classico dell’età d’oro di Hollywood

Grand Hotel, il classico di Edmund Goulding, usciva nelle sale statunitensi nell’aprile del 1932 prima di approdare alla prima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Interpretato da Greta Garbo e Joan Crawford, Grand Hotel è quello che si definirebbe un all-star movie. In film pieno, zeppo di attoroni che vanta non uno, ma ben due Barrymore (Lionel e John). Per evitare tensioni tra le dive protagoniste, i personaggi della Garbo e della Crawford non compaiono mai insieme in una stessa scena durante la pellicola.

Vincitore dell’Oscar principale, il film fu prodotto da Irving Thalberg: peso massimo della MGM di allora. Basato sul romanzo dell’austriaca Vicki Baum, Grand Hotel si svolge dentro un prestigioso hotel berlinese in sontuoso stile art déco ricreato da Cedric Gibbons: tra i più influenti scenografi nella storia del cinema americano.

Le scene della lobby dell’Hotel erano estremamente ben realizzate e ritraevano una scrivania a 360°. Ciò ha permesso al pubblico di guardare lo svolgere dell’azione da tutti i personaggi. Grazie al suo lavoro avanguardistico, Gibbons cambiò il modo in cui vengono realizzati i set da quel momento in poi.

Con 28 nomination al Premio Oscar e 11 vittorie, l’acclamato scenografo è secondo nella classifica delle persone che hanno vinto più statuette di tutti i tempi, dopo Walt Disney (26 Oscar).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...