Gary Oldman e Sam Rockwell, separati alla nascita con pronostici da Oscar

Il primo è stato lo psycho bad guy più temuto di Hollywood; il secondo è abbondato ai ruoli borderline che, con quella faccia da post-sbronza e lo sguardo allucinato, sembra l’altro di 10 anni più giovane. Inglese classe 1958 uno, americano nato il decennio seguente l’altro. Entrambi attori «di carattere» (e non caratteristi) con un passato da cattivi ragazzi, hanno condiviso il set del biopic Basquiat (1996). Freschi di Golden Globe, Gary Oldman e Sam Rockwell si preparano a conquistare l’Oscar (le nomination ufficiali verranno annunciate martedì 23 gennaio), rispettivamente, come migliore attore protagonista sotto il trucco prostetico di Winston Churchill ne L’Ora più Buia di Joe Wright (da oggi nelle sale) e come migliore non protagonista nell’ammaccato distintivo di Dixon, poliziotto ignorante e razzista che poi si redime in Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh. Sfoglia la gallery con i 5 ruoli iconici dei due grandissimi.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...