Retrocrush: L’Inferno, com’era il primo Dante al cinema?

Un secolo prima che Tom Hanks e Felicity Jones si perdessero nei peccaminosi gironi danteschi (nell’adattamento di Ron Howard dal bestseller di Dan Brown), L’Inferno prese vita per la prima volta nel cortometraggio della Helios Film di Velletri: piccola compagnia di produzione cinematografica italiana (attiva nei primi decenni del XX secolo) che batté sul tempo l’uscita dell’omonimo kolossal della Milano Films, approdando nelle sale tre mesi prima (al Teatro Mercadante di Napoli il 10 marzo 1911) per sfruttare la grande attesa che si era creata tra il pubblico. Ed ecco che la selva oscura arse per davvero, seicentosette anni dopo, nei 15 minuti di pellicola composta nella maniera più tipica dell’epoca, quella dei quadri animati (25 contro i 54 del film concorrente) resi incredibili da una serie di effetti speciali artigianali, come il volo dei lussuriosi e il gigantismo di Minosse. Evidente è il debito iconografico alle illustrazioni di Gustave Doré. Adesso, però, è il momento di precipitare nella voragine di cartapesta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...